logo ggs
Cerca
Close this search box.

Chi Siamo

Obiettivi, Statuto e Attività

LA NASCITA DEL GRUPPO

Il Gruppo speleologico del CAI di Savona nasce nel 1934 e fa parte, appunto, del Club Alpino Italiano che vanta una lunga tradizione nella formazione e nell’aggiornamento attraverso l’attivitàа didattica di tecniche di progressione speleologica.

Durante il periodo bellico il gruppo si sciolse per poi ricostituirsi nuovamente nel 1991.

All’atto della fondazione viene redatto uno Statuto, depositato presso un notaio che ne regola gli scopi ed il funzionamento.

Clicca qui per scarica la nostra brochure di presentazione.

Underground river and waterfall in a cave
Narrow cave passage with a cave explorer
Narrow Cave Expedition

Gli scopi e lo statuto

Tra gli obiettivi del Gruppo Grotte vi è “la ricerca, l’esplorazione e lo studio delle grotte e dell’ambiente naturale ed antropico ad esse connesso, senza limiti di tempo e spazio” (dall’art. 1 dello Statuto).
Viene promossa “la salvaguardia ed il rispetto dell’ambiente naturale [..], del patrimonio carsico [..] con particolare riguardo a quello della Regione Liguria ” (dall’art. 2 dello Statuto).
In base a queste premesse il Gruppo Grotte svolge da tempo un’intensa attivitàа di ricerca e studio nel territorio dei comuni di Bardineto, Toirano, Boissano.
Il Gruppo promuove “la diffusione della Speleologia e delle sue tecniche mediante attività di didattica, aperta a tutta la cittadinanza, ma con particolare attenzione ai giovani e al mondo della scuola” (dall’art. 3 dello Statuto). Tali scopi vengono perseguiti “sia autonomamente che in collaborazione con gli altri Gruppi ed Associazioni Speleologiche, con le altre sezioni ed organi del C.A.I., con gli Enti Pubblici, gli Istituti Scientifici, le Universitàа ed i singoli studiosi della materia” (dall’art. 4 dello Statuto).
Lo Statuto regolamenta inoltre l’organizzazione interna, l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo e Presidenza, gli incarichi di lavoro e l’amministrazione finanziaria del gruppo.

Clicca qui per visualizzare lo Statuto.

Salvaguardia e Rispetto dell'ambiente

“Il Gruppo Grotte CAI Savona promuove la salvaguardia e il rispetto dell’ambiente naturale: in particolare si propone di assumere tutte le iniziative per la salvaguardia del patrimonio carsico e idrogeologico epigeo e ipogeo e dell’ambiente naturale, con particolare riguardo a quello della Regione Liguria. Inoltre il Gruppo si propone la pubblicazione della propria attivitа di ricerca e dei risultati raggiunti; promuove la diffusione della speleologia e delle sue tecniche mediante attivitа didattiche”

Spelunker admiring beautiful stalactites in a cave
Domica cave system

AREA ATTUALE DI RICERCA

Da anni la zona di interesse del Gruppo è il monte Carmo e  l’alta Val Bormida (soprattutto i comuni di Bardineto, Toirano, Boissano, tutti in provincia di Savona).
Innumerevoli i buchi visti in dieci anni, considerando anche che praticamente quasi tutte le domeniche e le festività  almeno un socio del Gruppo va in battuta.
Purtroppo non tutti si sono rivelati vere grotte, ma almeno in 4 casi la fortuna ci ha arriso:

  • Buranco della Urpe
  • Grotta Burandina
  • Grotta degli Alzabecchi
  • Grotta da Carnabuggia o dell’origano
 

ESPLORAZIONI ALL'ESTERO

Nel corso degli anni il nostro Gruppo  ha partecipato ad alcune interessanti spedizioni speleologiche, sia a livello di singoli soci aggregati, sia come organizzatore.

Il primo obbiettivo è stata l’isola Caraibica di Saona (Rep. Dominicana), regalata da Cristoforo Colombo a un suo marinaio Savonese, Michele da Cuneo, che la battezzò in onore della sua città natale “la bella saonese”.
Soci del GG CAI parteciparono alla campagna esplorativa del 1992-1994, organizzata dal GSS, in occasione del gemellaggio per il 500 anno dalla scoperta dell’America.

Da questa prima collaborazione vengono gettate le basi per una serie di spedizioni a Cuba, assiema a gruppi locali, che vedono prima il gruppo collaborare ad un progetto sempre del GSS  nel 1996 per poi essere parte fondamentale della spedizione del 1998, nella Sierra San Vicente, che porta alla scoperta di un sistema carsico di oltre 5 Km. di sviluppo.

Queste ultime spedizioni, oltre al puro aspetto speleologico, sono state un importante momento di solidarietà sia verso la popolazione delle zone esplorate, sia verso la speleologia cubana, che si vede privata anche dei più semplici materiali tecnici seppur fortemente sviluppata e motivata

Woman exploring a cave

COMINCIA LA TUA AVVENTURA INSIEME A NOI

Esplora i mondi sotterranei in totale sicurezza